Associazione nazionale Città dell’Olio
Strada di Basciano, 22
53035 Monteriggioni (Si)
Tel. 0577 329109 – Fax 0577 326042
info@cittadellolio.it

https://www.olioincattedra.it/bimboil-junior/l-olivicoltura-sostenibile/



L’ olivicoltura sostenibile



Città dell'Olio: Sammichele di Bari

Istituto: ICSammichele di Bari plesso "Dante Alighieri"

Classi / Sezioni: classe 2^ sez. A

Referente / Insegnante: Angela Bianco

La mia Intervista

Titolo dell'Intervista:

L' olivicoltura sostenibile

Testo dell'intervista

Nel paese dove sorge la nostra scuola, Sammichele di Bari, sono presenti diversi frantoi. Alcuni sono nati recentemente, altri invece sono storici; in questi frantoi giunge la maggior parte della produzione degli agricoltori dei dintorni. Essi lavorano molto con i piccoli produttori, che hanno piccoli uliveti ancora inseriti nell’ambiente rurale. Nei frantoi ,i proprietari portano le olive per la frangitura sin dai tempi più remoti. Uno dei più vecchi è il frantoio del Signor Sportelli Giuseppe e delle sue sorelle Maria e Rosalia ai
abbiamo rivolto le domande sull’ importanza dell’ olio nella nostra alimentazione, sulla lavorazione delle olive e sul riutilizzo degli scarti .Si è evinto che la sostenibilità parte già dalla coltivazione degli uliveti: si deve ridurre al minimo lo spreco di risorse idriche, cercare di non apportare modifiche irreversibili al terreno e non coltivare in maniera intensiva gli ulivi. L’agricoltura sostenibile, infatti, privilegia quindi i processi naturali, cercando di non intaccare l’extravergine che si ricava dalla raccolta con prodotti chimici. Inoltre , gli scarti liquidi e l’ acqua mista a polpa diventano un ottimo fertilizzante; i noccioli delle olive frantumati vengono utilizzati anch’essi come fertilizzanti o per produrre energia. Ad esempio, i proprietari del frantoio utlilizzano dei macchinari in grado di separare i noccioli delle olive dagli altri scarti. Con i noccioli si crea un sistema circolare tale da impiegarli come pellet per riscaldare il frantoio.