Associazione nazionale Città dell’Olio
Strada di Basciano, 22
53035 Monteriggioni (Si)
Tel. 0577 329109 – Fax 0577 326042
info@cittadellolio.it

https://www.olioincattedra.it/agrioil/iis-luigi-einaudi-chiari/



IIS Luigi Einaudi (CHIARI)



Città dell'Olio: CHIARI

Istituto: IIS Luigi Einaudi

Classi / Sezioni: 2A AAA

Referente / Insegnante: Prof. Marco Rizzoli

Camminata tra gli Olivi - La nostra proposta


Camminata tra gli Olivi

Descrivi il progetto, illustrando nel dettaglio le fasi di progettazione: dall'ideazione del percorso alla sua promozione. Ricorda di soffermarti sulle ragioni delle scelte che hai compiuto e sui punti di forza del progetto. (max 3000 battute)

Per il progetto “Camminata tra gli ulivi”, come gruppo classe abbiamo scelto le seguenti tappe: Frantoio Vela e Caldinelli, Azienda Turelli e Parco Rosselli perché sono luoghi tra loro vicini, tra cui ci si può spostare a piedi o con un pullman. Il motivo che unifica la scelta delle tappe sopraddette è la valorizzazione del territorio del lago d’Iseo. La classe si è divisa in 4 gruppi, ognuno dei quali ha proposto alcuni siti di visita per la camminata; dopo la scelta dei luoghi presso cui sostare, ciascun gruppo ha lavorato su una tappa. Abbiamo cercato di valorizzare la storia dei frantoi e delle aziende, i loro prodotti e il loro legame con la tradizione olivicola del lago di Iseo. Il compito del gruppo che si è occupato del Parco Rosselli è stato quello di proporre un’attività di chiusura della camminata. È stata pensata una sosta con un breve momento dedicato alla presentazione della storia dell’olivicoltura, in generale e nel territorio del Sebino, con la dimostrazione dell’uso di alcuni strumenti tradizionali ed infine una degustazione di olio. Nel parco rosselli poi è possibile far sostare le persone per il pranzo all’aperto. I gruppi si sono concentrati anche sulla realizzazione di loghi e sull’ideazione di gadget, tra i quali abbiamo poi scelto i più originali e accattivanti. Durante un’uscita didattica abbiamo visitato il parco Rosselli, il frantoio Caldinelli e il frantoio Vela, sperimentando le tempistiche di visita e vedendo di persona gli spazi. Il percorso che proponiamo è vario. Abbiamo scelto il frantoio Vela perché utilizza il metodo tradizionale della macina a pietra; il frantoio Caldinelli perché mostra la produzione meccanizzata e moderna dell’olio d’oliva; l’azienda Turelli, che ha innovato la tradizione dell’olivicoltura del Sebino con l’uso dei suoi prodotti per la cosmesi. Per quanto riguarda il parco Rosselli, abbiamo scelto di utilizzarlo come tappa finale, per concedere uno spazio aperto dove pranzare, con vista sul lago e in mezzo ad olivi centenari. I punti di forza del progetto sono la valorizzazione del territorio locale attraverso un suo prodotto tipico (l’olio) e la sua promozione. Un aspetto fondamentale è la partecipazione dei giovani nella sua progettazione.

Le tappe

Inserisci una descrizione per ciascuna delle 4 tappe previste. Ricorda di valorizzare gli aspetti storici, artistici e culturali legati al paesaggio olivicolo e del territorio. (max 2000 battute)

Tutte le tappe si trovano sulla sponda occidentale del lago d’Iseo, in provincia di Brescia. IL FRANTOIO CALDINELLI (Sulzano) - La piccola impresa nasce per volontà di Bortolo Caldinelli, che rilevò il frantoio nel 1956; il modo di spremere le olive e gli impianti per farlo sono cambiati radicalmente, infatti il frantoio utilizza un impianto di ultima generazione di spremitura a freddo a tre fasi. L’AZIENDA AGRICOLA LEONARDO (Sale Marasino) - L’Azienda è nata 15 anni fa ed è gestita dalla famiglia Turelli, esperta nella coltivazione e produzione dell’olio da diverse generazioni. La struttura dell’azienda ricorda quella di un vecchio cascinale, oggi ci sono stanze adibite alla degustazione dell’olio e all’acquisto dei prodotti. Con la sua storia e la produzione non solo di olio, ma anche di cosmetici, l’azienda ben rappresenta l’attività di valorizzazione e innovazione dell’olivicoltura. Inoltre, dato il panorama di cui si gode dall’azienda e la calorosa accoglienza dei proprietari, l’azienda è un perfetto luogo da visitare e presso cui sostare per una degustazione. FRANTOIO VELA (Marone) - Il frantoio Vela è gestito dalla famiglia Guerini dal 1953 ed è interessante da visitare perché produce l’olio in modo tradizionale attraverso una macina in granito dell’Adamello, utilizzata per la spremitura delle olive. Il frantoio produce anche paté di olive e qualche anno fa ha testato le prime caramelle all’olio di oliva, delle quali però non è seguita una produzione massiva. PARCO ROSSELLI (Marone) - Il grande spazio che offre il luogo si può utilizzare come punto di ristoro alla fine del percorso; inoltre all’interno del parco si può svolgere una piccola presentazione del parco e delle varietà di ulivi presenti, sottolineando le condizioni climatiche che favoriscono la crescita degli ulivi e la particolarità della zona lacustre nel panorama lombardo, condivisa soltanto con il lago di Garda.


Merchandising

Descrivi il merchandising ideato per l’evento. Non dimenticare di illustrare nel dettaglio i gadgets e il materiale promozionale. (max 2000 battute)

Il merchandising prevede la produzione di due gadget. Il primo gadget che abbiamo scelto è un anello salvagoccia, ovvero un oggetto di forma circolare da infilare intorno al collo della bottiglia dell’olio affinché trattenga le gocce che spesso, dopo l’uso, colano sull’esterno del contenitore ungendolo. La parte esterna dell’anello è realizzata in acciaio inox, materiale resistente all’ossidazione e alla corrosione, mentre la parte interna è formata da una spugna, che ha la funzione di assorbire l’olio. L’anello salvagoccia si può facilmente lavare e riutilizzare. Abbiamo scelto questo gadget perché riteniamo che sia insolito, infatti si differenzia dai classici portachiavi o penne per scrivere e soprattutto perché, nella propria originalità, è anche un oggetto molto utile. Sulla parte esterna in acciaio è incisa e colorata di verde la scritta “Oil”; essa esplicita e rappresenta il simbolo dominante di questo progetto: l’olio. Il secondo gadget da ideato è un oggetto di uso comune e utile, che possa ricordare ai partecipanti della camminata l’esperienza vissuta, si tratta di un portachiavi di piccole dimensioni, che misura 6x3 cm e 2,5 cm di spessore. Il gadget è composto da una base di gomma, sagomata come il contorno del numero “8”, alla cui estremità superiore è attaccata una catenina in argento terminante con l’anello portachiavi. Sulla base di gomma è rappresentato il logo dell’evento da noi creato, ovvero un’oliva da cui cola l’olio che entra in una bottiglia e va a disegnare il lago d’iseo con Montisola sulla sfondo.


Comunicazione

Illustra il piano comunicazione. Non dimenticare di descrivere nel dettaglio le azioni di comunicazione previste per pubblicizzare l’evento attraverso i media, il web e i social

Abbiamo pensato di pubblicizzare l’evento attraverso la stampa di alcune locandine da affiggere nei paesi delle aziende e dei frantoi che sono le tappe della camminata e nei paesi limitrofi, ma la pubblicità maggiore si svolge su internet attraverso tre canali: il sito web (più tradizionale, ma che conferisce prestigio all’iniziativa); la pagina Facebook (per la facilità di condivisione dell’evento) e il profilo Instangram (per la grande diffusione tra i giovani). SITO WEB Il titolo del sito è “camminata tra gli ulivi”, sotto il titolo c’è una barra con i link dai quali è possibile accedere a pagine di approfondimento. • “dove si trova”: mediante questo link si apre Google Maps, che mostra il territorio e le tappe. • “tappe”: qui si apre un menù a tendina con tutte le tappe, per ciascuna è predisposto un collegamento per accedere alla storia, alle attività che si possono svolgere e alcune immagini. • “storia”: cliccando questa parola si apre una pagina con la storia dell’ulivo sul lago di iseo e come è arrivato in Italia. • “chi siamo”: con questo link appare una schermata in cui si spiega chi sono i promotori della camminata e come è venuta l’idea di organizzarla. • “contatti”: qui si può accedere a tutti i numeri di telefono e alle mail per richiedere maggiori informazioni. • “cosa ne pensi”: attraverso questo link si accede alla sezione dei comenti, in cui è possibile scrivere cosa ha entusiasmato, cosa è piaciuto e cosa invece si può migliorare. Al centro della pagina c’è la locandina dell’evento. Sotto la locandina, la frase “inviaci le tue foto” permette di aprire un data base su cui caricare le fotografie di chi partecipa alla camminata. Le fotografie sono oggetto di una selezione che pubblica le migliori su Istangram e Facebook. In fondo alla pagina c’è la scritta “puoi trovarci anche” con affianco i loghi di collegamento alle pagine Instagram e Facebook. PAGINA FACEBOOK Il logo della pagina è il logo scelto per i gadget, ovvero un’oliva da cui cola l’olio che cade in una bottiglia. La pagina Facebook si chiama “camminata tra gli ulivi Iseo”. La copertina della pagina è costituita da una fotografia del lago di iseo con gli ulivi. In apice alla pagina è fissata la locandina dell’evento. Nella sezione fotografie è presente un album che riporta i momenti di lavoro della creazione dell’itinerario e un album con le fotografie degli utenti. Nella sezione dedicata alle informazioni sono presenti i contatti e i link per accedere alla pagina Instagnram e al sito. PROFILO INSTAGRAM 1- All'inizio del profilo un’immagine dei ulivi 2- Sotto all'immagine c'è una scritta "Camminata tra gli ulivi " 3- Sotto il titolo ci sono delle informazioni 4- La camminata si trova sulle rive del lago di Iseo 5- Per maggiori informazioni contattate il numero o scrivere in direct 6- Oppure abbiamo un sito web 7- Ti e è piaciuta la camminata? 8- Se non l'avresti fatta vorresti farla? 9- Seguiteci su Facebook

Idea Grafica

Gallery